Luna Okko, storia della pornodiva francese di origini asiatiche

0
luna okko
Fonte foto: Instagram @lunaokko

Luna Okko, storia della pornodiva francese di origini asiatiche, nel post a cura di Le Pornodive

Nella pornografia di scala mondiale la varietà di scelta e di opportunità che si propongono, soprattutto in termini di fruizione e intrattenimento, si sprecano. Non è più come una volta, dove la notorietà di una pornostar passava in maniera preminente su cassette e contenuti tv. Oggi è cambiato tutto con l’avvento di OnlyFans e quant’altro. Laddove attrici come Luna Okko sono piuttosto attive per offrire al loro pubblico contenuti speciali ed esclusivi, quasi personalizzati. Nella fattispecie, la pornostar in questione si mostra particolarmente aperta sotto tutti i punti di vista.

E, al netto di ciò, è stata in grado di capire come funzionano i vari portali che consentono di poter ottenere visualizzazioni tali da entrare nel gotha della pornografia in tempi relativamente brevi.

Gli inizi di Luna Okko

Luna Okko è un’attrice porno dalle chiare origini asiatiche, ma che è nata in Francia nel dicembre 1994. È da pochi anni, nel momento in cui si scrive, che ha iniziato l’attività hot, più precisamente dal 2020. A soli 26 anni, quindi, ha già le idee chiare su quale debba essere il suo futuro professionale.

In poco tempo è già riuscita ad entrare negli archivi telematici dei fan. Si afferma dapprima come modella per, poi, indirizzare il suo orientamento professionale verso altri orizzonti.

Luna Okko sui social network

Grazie alle piattaforme social è riuscita ad avvicinarsi al suo pubblico piano piano e a portarli dalla sua parte grazie a determinate performance. Basti pensare che ad oggi vanta più di 250.000 follower su Instagram, i quali danno la dimensione della portata planetaria della professionista. Ma i pezzi forti li riserva soprattutto su OnlyFans. Qui totalizza più di 400.000 seguaci e ogni giorno le sue pubblicazioni sono viste da milioni e milioni di utenti. Il materiale esplicito, riconducibile anche alla sua vita privata, non manca di certo.

Una connessione che non appare fine a sé stessa ma che intende costruire un vero e proprio ponte intimo e accattivante con il mondo che la circonda. La seduzione si accompagna alla raffinatezza di ciò che rappresenta, con un tocco di personalizzazione e autenticità che non scade nel volgare. Queste, almeno, le opinioni comuni in giro per la piattaforma.

Il suo abbonamento OnlyFans ha un costo mensile di 10 dollari. In Asia è una delle star più popolari in assoluto. Un altro luogo virtuale dove la si può apprezzare in grande stile si chiama Pornhub. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LUNA OKKO (@lunaokko)

Luna Okko su Pornhub

Tanto è vero che risulta essere un membro verificato con ben 250.000 abbonati. Ogni video pubblicato raggiunge almeno il milione di visualizzazioni nell’arco di un’intera giornata. Numeri che ne rafforzano ancora di più prestigio e spessore in ambito pornografico.

Luna Okko e le sue peculiarità

Luna Okko può essere considerata una sorta di pornostar di nicchia. Questo perché, nell’immaginario collettivo prevalente, le performance sessuali/erotiche di una ragazza orientale tendono ad attirare maggiormente la curiosità del pubblico. Le pornostar orientali sembrano avere quella marcia in più che, spesso, le altre non hanno.

Quel fascino dell’ignoto e dell’irraggiungibile, per certi versi, che aumenta e rinsalda i consensi. Spesso e volentieri Luna Okko, nei suoi video, appare con un ragazzo e non è assolutamente un caso. Quello è proprio il suo fidanzato che, quindi, è un attore a tutti gli effetti. 

Da sempre lei gira video porno solamente con lui e con nessun altro. Una scelta vincente, stando ai numeri accumulati quotidianamente. Forse è anche questo un motivo in più legato all’attaccamento e alla fedeltà dei fan. Una dolce fantasia che le fa guadagnare ulteriori punti. Punti che, in molti casi, si trasformano in notorietà e soldi.

Articolo precedenteRimorchiare a Mosca: i nostri consigli
Articolo successivoCome rimorchiare una donna polacca: consigli