Rapporto lesbo: consigli e oggetti da utilizzare

0
rapporto lesbo foto

Rapporto lesbo: consigli e oggetti da utilizzare nel post a cura di Le Pornodive

L’amore in mille sfaccettature e oltre. Nell’epoca moderna può essere concepito in tanti modi e non è detto che contemplino, per forza di cose, un uomo e una donna. Il modernismo impone visioni molto più ampie e dilatate. Come nel caso del rapporto lesbo.

Oggigiorno, per fortuna, non ci si nasconde più come un tempo e gli amori cosiddetti “lesbo” non sono più una novità o, quantomeno, non dovrebbero esserlo. I rapporti lesbici sono ormai all’ordine del giorno e, per questo motivo, può essere utile una guida saggia e pertinente su come praticarli al meglio.

Tra consigli e oggetti da utilizzare, sono tante le variabili che entrano in gioco quando c’è un rapporto lesbo. Vediamole insieme nel post dedicato ai Consigli sul sesso, a cura di Le Pornodive!

Posizioni kamasutra e sex toys migliori nel rapporto lesbo

Il rapporto lesbico tra due o più donne non ha solo quel fascino perverso che attira la stragrande maggioranza degli uomini, ma molto di più. Se si vive, ad esempio, una storia consolidata può essere propizio per entrambe le donne in questione sapere quali sono le migliori posizioni da praticare al fine di godere al meglio. In tutti i sensi.

Rapporti lesbo: la posizione del doppio incastro

La posizione del doppio incastro è una delle più versatili e conosciute, indubbiamente. Una di loro è sdraiata con le gambe all’insù sull’altra e a questo punto si apre un orizzonte di mondi fantastici e di orgasmi papabili. Qui, ci si può davvero sbizzarrire con la fantasia: in intimità, tra due persone innamorate, fioccano i piaceri. Tutti diversi, tutti belli.

Nei rapporti lesbo non può mancare la cavalcata delle valchirie

La cavalcata delle valchirie consente una sollecitazione maggiore del clitoride sia con le dita che con un vibratore apposito. Nella fattispecie una delle due donne si pone di spalle e con la faccia rivolta verso i piedi distesi della partner. Un mix tra mistero e voglia di “spaccare” il mondo. 

L’assedio nei rapporti lesbo

L’assedio è invece una sorta di rivisitazione della posizione anale. Lei prende da dietro la partner distesa a 90°. A sua volta chi sta dietro può decidere di spingere in profondità con l’ausilio di un dildo e, nello stesso momento, strofinare il clitoride altrui per fornire una sensazione di piacere doppia. È una delle posizioni che dà il maggior piacere e, inoltre, attraverso il sex toy giusto è possibile davvero attivare un ambiente magico, erotico e che verrà impresso nella mente. 

Il valore dei preliminari nel rapporto lesbo e i sex toys da scegliere

In tutti i casi, i preliminari hanno la loro valenza essenziale anche in caso di un rapporto lesbo. Per questo, praticare il cosiddetto anilingus prima dell’atto vero e proprio può essere molto funzionale da questo punto di vista.

Per quanto riguarda i giochi erotici sessuali più utilizzati in campo lesbo, gli strap-on dildo vanno sicuramente per la maggiore. Essi permettono una penetrazione più efficace e duratura sia davanti che dietro.

Lo strapless dildo, rispetto allo strap-on, presenta una particolare distinzione: vale a dire il sostegno di due protuberanze, molto ben evidenti. La prima assomiglia ad un pene maschile superdotato e ha tutti i crismi di quest’ultimo, mentre l’altra è, invece, più piccola e serve sostanzialmente per fornire piacere a chi indossa il sex toy.

Lo stimolatore clitorideo è indubbiamente il giocattolo erotico più ambito dalle donne. Si può applicare sia sul clitoride che su altre zone particolarmente stimolanti del proprio corpo.

Il mercato dei sex toys, restando nell’ambito sessuale, è piuttosto imponente ed esclude totalmente la possibilità di far spazio a uomini, salvo fantasie erotiche nascoste e particolari.

Il cetriolo, sia come forma che come dimensione, è un altro di quegli oggetti molto gettonati. Finiscono per fornire una sensazione orgasmica addirittura superiore a quella di un fallo vero e proprio.

Naturalmente dipende molto dai gusti personali, considerando che alcune coppie lesbiche hanno una vera e propria repulsione verso gli oggetti fallici. D’altronde, ognuno pratica la sessualità secondo le proprie preferenze.

Il lato B nei rapporti lesbo

Per quanto riguarda il lato B, può essere stimolato in tanti modi avvalendosi persino delle cosiddette palline anali di scuola thailandese. Queste hanno la forma e le dimensioni di una pallina, per l’appunto, ma bisogna stare attenti durante il loro utilizzo poiché possono produrre effetti collaterali. Per questo motivo si consiglia sempre di adoperare il lubrificante anale durante l’atto e non solo per un miglioramento dell’esperienza fisica e sessuale.

L’amore tra lesbiche, nell’immaginario collettivo, lo si associa solamente a tenerezze, baci e manifestazioni d’affetto dolci e nulla più. E invece c’è molto altro. Tanta passione e stimolazione, talvolta anche più presente rispetto a coppie tipicamente eterosessuali.

Anche il seno è importante nei rapporti lesbici

Il seno è una parte del corpo che, se sollecitata nella maniera giusta, può dare grandi soddisfazioni da entrambi i lati. Ad esempio, accostandogli del ghiaccio secco o delle mollette per riprodurre una sorta di sesso estremo. Solo per veri cuori forti naturalmente. La stessa cosa vale per il fetish, un altro ambito inesplorato, ma dalle ampie potenzialità.  

Articolo precedentePornostar tatuate: le più famose
Articolo successivoCome rimorchiare una ragazza: i nostri consigli