Posizioni sessuali più difficili

0
coppia a letto

Posizioni sessuali più difficili, nel post di Le Pornodive

L’arte di fare sesso va rispettata nella sua fantasia e creatività. Spesso si pensa che certe posizioni sessuali siano fini a se stesse e possano restare solamente nella mente di un ristretto numero di soggetti. Ma non esistono soltanto le posizioni più comuni quando si fa l’amore, ma anche di più alternative e, talvolta, decisamente particolari. Ma sono proprio le più difficili ad attirare la curiosità, anche dei meno avvezzi al rischio. E, spesso, proprio le più difficili sono, poi, quelle che fanno godere di più. Donna o uomo che sia.

In questo post a cura di Le Pornodive vediamo insieme le posizioni sessuali più difficili da replicare oppure quelle che se non sono eseguite correttamente possono essere pericolose. Bentornati sul nostro portale!

Quali sono le posizioni più sessuali più complicate da fare

In tema di posizioni sessuali più difficili da compiere può aiutare molto scoprirle dal Kamasutra, ma vale la pena scoprirne, allo stesso modo, alcune insospettabili. Magari di molti non si conosce neppure l’esistenza. Eppure, provarne almeno una di queste, può voler dire anche ravvivare quella fiamma che si sta spegnendo. Soprattutto se si parla di un rapporto che va avanti da molti anni.

La catapulta

La posizione della catapulta richiede uno sforzo fisico da entrambe le parti piuttosto imponente. Nella fattispecie, la donna solleva le due gambe distesa sulle spalle dell’uomo, il quale si mette in ginocchio e avvicina notevolmente il contatto con le parti intime femminili. Deve lavorare molto con le spalle e con i fianchi, ma ha la possibilità, nel contempo, di stimolare di più le cosiddette parti erogene.

La posizione acrobatica

Un’altra posizione sessuale non facile da portare a termine è la cosiddetta acrobatica. Si compie nel momento in cui lui è a terra disteso, mentre lei si stende al di sopra di lui, ma messa di spalle. 

La particolarità di questa posizione è che dilatando la schiena e piegando le ginocchia a se stessa può aumentare di gran lunga il piacere femminile. Un movimento di ventre e di schiena continuativo da entrambi i lati che può stancare di più e risulta molto scomodo dopo un tot di tempo.

La posizione dell’abbraccio

La posizione dell’abbraccio implica, in pratica, di fare sesso in piedi. La donna si aggrappa letteralmente all’uomo a gambe aperte. Una variante che possono sostenere solamente gli uomini dotati di una grande forza fisica, altrimenti si può andare incontro a brutte figure. Quindi, il consiglio in questi casi è quello di fare un po’ di allenamento prima. Non per forza sessuale ma anche svolgere qualche sessione in palestra, giusto per tenersi in forma.

Naturalmente, anche il peso da sostenere dall’altra parte non deve superare una certa soglia, com’è ovvio che sia. Il tasso di fatica aumenta esponenzialmente, ma si raggiungono picchi di orgasmo probabilmente mai sperimentati prima.

Le posizioni sessuali più pericolose se non praticate nel modo giusto

Il sesso, tuttavia, non è tutto piacere e arrembaggio fisico. In un certo senso va anche ragionato e gestito poiché esistono alcune posizioni sessuali, che possono diventare particolarmente pericolose, se non praticate nella maniera giusta. Il pericolo di danni fisici, insomma, va arginato.

Il missionario

Tra le posizioni sessuali più pericolose rientra, paradossalmente, una delle più comuni, vale a dire il missionario. Questo perché in casi estremi può persino portare alla rottura del pene. Un infortunio molto più frequente di quanto si possa pensare. In questi casi il pene può fratturarsi e provocare disagi sia a livello sessuale che urinario. I sintomi possono riguardare dolore, sanguinamento, lividi e gonfiore.

La posizione del culturista

La posizione del culturista è altrettanto pericolosa da praticare. Probabilmente una delle più pericolose in assoluto e a cui stare attenti. Nella fattispecie la donna si fa appoggiare al muro dall’uomo, in piedi, mentre tiene le gambe intorno alla sua vita. 

Siccome non è per nulla facile mantenere lo sforzo fisico in questione per diverso tempo, si può facilmente andare incontro, anche qui, ad una rottura classica del pene, laddove l’uomo dovesse perdere la presa della partner. 

Da qui possono nascere conseguenze altrettanto insidiose come gli stiramenti, ad esempio. Da praticare, per l’appunto, solamente se si è culturisti di nome e di fatto, ma anche in quel caso la prudenza non è mai troppa.

Il Reverse Cowgirl

Secondo quanto professato da più orientamenti, la posizione più pericolosa in assoluto, soprattutto per la parte maschile, si chiama Reverse Cowgirl. In essa la donna si siede sull’uomo di spalle e il resto lo si può immaginare. 

Ogni movimento brusco e soprattutto non sincronizzato con la partner può dar luogo ad un vero e proprio schiacciamento dell’osso pubico. Essendo il pene in una posizione verticale, dunque particolarmente esposto, il rischio di andare incontro a brutte sorprese, in questo senso, è molto più alto. Non è un caso che buona parte delle fratture al pene riscontrate siano originate proprio da questo tipo di posizione, statisticamente parlando.

La posizione sessuale delle gambe inclinate implica una capacità di stabilità e grande equilibrio fisico, che non sempre si può avere. Perdere l’equilibrio in questione lesiona inevitabilmente il pene, provocando un dolore lancinante.

Articolo precedenteMigliori pornostar di sempre: la nostra classifica
Articolo successivoCome rimorchiare una donna peruviana: consigli